Come giocare a ping pong

Il ping pong o tennis da tavolo è un gioco molto divertente che si può praticare tutto l’anno sia al chiuso che all’aperto. In questa guida ti indicherò le principali regole e le attrezzature di base che servono per iniziare a divertirti con gli amici.

TAVOLO, RETE, PALLINA: Il tavolo chiamato anche “superficie di gioco”, deve essere rettangolare di m.2,74 di lunghezza e di m.1,525 di larghezza e deve trovarsi su un piano orizzontale a m.0,76 del pavimento. Deve essere di un colore scuro e opaco, generalmente verde o azzurro, e deve avere e linee di colore bianco. La rete che delimita le due zone di gioco deve essere alta 15,25 cm e deve essere sospesa ad una corda tesa, mentre nella parte inferiore deve essere il più possibile a contatto con la superficie di gioco. La pallina deve essere sferica con un diametro di 40 mm e un peso di 2,7g.

LA RACCHETTA: I giocatori professionisti a seconda delle loro caratteristiche di gioco usano diversi tipi di racchette. I giocatori di attacco usano racchette con gomme lisce su entrambi i lati, i giocatori di difesa usano le gomme puntinate su entrambi i lati della racchetta, mentre i giocatori “all around” utilizzano la gomma puntinata sul rovescio, per smorzare i tiri dell’avversario, e la gomma liscia sul dritto per effettuare attacchi improvvisi. Scegliere la tua racchetta personale non è facile, devi capire che tipo di giocatore sei e provarne di diverse.

REGOLE DEL GIOCO: un incontro si svogle al meglio delle 5 partite, vince chi se ne aggiudica 3. Un giocatore vince una partita quando raggiunge 11 punti e l’avversario ne totalizza meno di 10. Se si va sul 10 pari, vince la partita chi riesce a dare un distacco di 2 punti all’avversario. Chi inizia a battere esegue due battute e poi si alterna con l’avversario, così fino alla fine della partita. Il servizio consiste nel colpire la pallina con la racchetta per farla rimbalzare una volta nel proprio campo e, superando la rete, farla ricadere nel campo avversario.

IL PUNTO. A questo punto devi capire come si realizzano i punti. Esistono diverse situazioni per fare un punto. Il punto più ovvio lo realizzi se il tuo avversario non esegue un servizio valido, poi se il tuo avversario non esegue un rinvio valido, inoltre la pallina, dopo averla servita o rinviata regolarmente, non può toccare niente se non il tavolo o la rete prima di essere colpita dal tuo avversario, altrimenti verrà assegnato un punto. Ancora si assegna un punto se la pallina, dopo essere stata colpita dal tuo avversario, passa oltre la linea di fondo senza aver toccato il campo del tuo avversario, Il tuo avversario non può colpire la pallina due volte di seguito, è vietato toccare il tavolo con la mano che non impugna la racchetta, pena l’assegnazione di un punto all’avversario.

I migliori prezzi e le offerte per kit ping pong

Chiudi il menu