In salute con le Fragole

FRAGOLA (Fragaria vesca – Famiglia: Rosacee)

Inglese: Strawberry
Francese: Fraise
Tedesco: Erdbeere
Spagnolo: Fresa; (amer.) Frutilla
Portoghese: Morango

 

PER LA SALUTE

Frutto fresco: la fragola contiene una notevole quantità di ferro facilmente assimilabile, perciò il suo consumo è consigliato alle persone anemiche.

Versando dell’acqua fredda su una piccola quantità di fragole schiacciate si ottiene una bevanda rinfrescante e depurativa, da utilizzare in caso di febbre. E’ dissetante ed aromatica anche l’acqua alla quale sia stato aggiunto un cucchiaino di “aceto di fragole”: per ottenerlo aggiungete 100 grammi di fragole a mezzo litro di buon aceto di vino bianco e lasciatele a macerare per tre settimane prima di filtrare.

Per chi soffre di geloni, è utile strofinare alcune fragole fresche sulle zone interessate, lasciando poi l’impacco ad agire per tutta la notte.

La polpa schiacciata di alcune fragole costituisce un’efficace impacco da applicare sulla pelle del viso scottata dal sole; rimuovere dopo almeno un’ora, sciacquando con acqua tiepida.

Secondo una tradizione popolare, il consumo di fragole fresche o del loro succo cura le infiammazioni degli occhi, migliora la circolazione sanguigna ed ha un effetto calmante nei casi di tensione o di esaurimento.

Infuso (foglie): per normalizzare il ciclo mestruale ed in caso di mestruazioni dolorose. Mettete due cucchiai di foglie essiccate di fragola selvatica in mezzo litro di acqua bollente per 10 minuti, filtrate e bevetene una tazza tre volte al giorno. Volendo, si può dolcificare con un cucchiaino di miele. Questo infuso è utile anche per i problemi intestinali e può essere ugualmente usato per effettuare sciacqui del cavo orale in caso di ulcere della bocca o infiammazioni delle gengive.

Una tisana dissetante e diuretica si ottiene anche lasciando in infusione foglie di fragola selvatica, di mora e di asperula con un pizzico di timo.

Decotto (radice): per i casi gravi di diarrea. Fate bollire due cucchiai di radici spezzettate di fragola in mezzo litro d’acqua per un quarto d’ora, filtrate e bevetene due tazze al giorno, al mattino a digiuno ed alla sera.

PER LA BELLEZZA

La fragola è stata usata nei secoli per migliorare la morbidezza della pelle: infatti la celebre Isabella di Baviera faceva il bagno, in primavera ed in estate, nel succo di fragole; altre famose bellezze completavano il trattamento facendosi poi massaggiare con spugne imbevute di latte profumato. Verificate di non essere allergiche alle fragole, dopo di che potrete rilassarvi con il delicato profumo e la piacevole consistenza di una maschera alla fragola, che rimuoverà le impurità e renderà la pelle compatta e luminosa: schiacciate una manciata di fragole mature e mettetene la polpa sul viso. Dopo circa mezz’ora rimuovete delicatamente l’eccesso e lasciate i residui sul viso tutta la notte. Il mattino seguente sciacquate con acqua tiepida.

Succo: è utile per rimuovere il tartaro dai denti.

Frutto fresco: per ottenere una lozione tonificante e astringente, mettete 200 grammi di fragole mature in un barattolo, copritele con brandy di buona qualità e chiudete. Lasciate il barattolo in un posto caldo per una settimana, poi filtrate il tutto; le fragole possono essere consumate.

Aggiungete altri 200 grammi di fragole fresche e mature nel brandy, unendo anche dell’olio essenziale di canfora, chiudete e lasciate macerare per tre giorni. Eliminate le fragole, filtrate bene il liquido ed usatelo la sera prima di coricarvi.

I migliori prezzi e le offerte per ricette Fragole

Chiudi il menu